La costruzione di una community su Facebook

Tutte le attività di Facebook Marketing partono dal presupposto di avere una pagina Facebook aziendale.

E avere una pagina Facebook aziendale significa aver la possibilità di costruire una community di persone intorno al brand. Ma come si costruisce questa community? Da chi è composta? Quali azioni possiamo intraprendere per migliorarla continuamente?

Ho provato a schematizzare il processo (perdonatemi, non sono un Art):

i-fedelissimi-o-quasi

 

Salva

Salva

Dove trovate nella parte alta le tre categorie di utenti da cui sono tipicamente composte le Fan Base di Facebook:

  • Fedelissimi: clienti abituali o sporadici che già conoscono il brand e si iscrivono alla pagina FB in fase di decisione dell’acquisto o nel post acquisto (per rimanere aggiornati, perché soddisfatti dell’esperienza). Sono i clienti migliori perchè hanno già un’awareness alta del prodotto (in alcuni casi anche negativa, ma possono sempre cambiare idea) e sono spesso davvero interessati ai contenuti che vengono proposti.
  • Simpatizzantipersone che conoscono “di nome” il brand ed, essendo interessati alle tematiche che vengono affrontate quotidianamente, si fidelizzano alla pagina. Non è detto che siano interessati alle comunicazioni “di prodotto” e nemmeno che siano particolarmente reattivi ai contenuti utili/interessati/divertenti che vengono loro proposti dal brand. Sono, tuttavia, dei prospect interessanti.
  • Silenti: eccoli, i maledetti. Sono utenti che si sono iscritti alla pagina Facebook del brand per i motivi più disparati: concorsi cui hanno partecipato, hanno interagito con foto o video postati dal brand e si sono iscritti “involontariamente” o quasi, e via dicendo. Non sono interessati quasi a nulla, non conoscono il brand, sono semplicemente un numero. Ma non sono persi del tutto, fidatevi.

In grigio invece ho evidenziato quali sono le azioni di comunicazione che mi sento di consigliare per stimolare in modo corretto le 3 categorie di fan individuate: ovviamente i Fedelissimi saranno più reattivi a messaggi prettamente commerciali, mentre i Simpatizzanti potranno essere stimolati all’azione da attività mirate all’engagement, e così via.

L’obiettivo, chiaramente, è di trasformare in Fedelissimi il maggior numero di fan possibile.

Infine, in verde chiaro, ho provato a inserire nello schemino quelle che sono le strade che portano Nuovi Fan alla nostra pagina FB aziendale.

Troviamo quindi le attività di Facebook Adv più evolute (Re-marketing, custom audience, etc.) affiancate da attività di comunicazione quali Newsletter (ad.es.) come modalità di popolamento della pagina con Nuovi Fan Fedelissimi. Se invece cerchiamo di trasformare degli utenti potenzialmente interessati al nostro brand in Fan Simpatizzanti, ecco che ci viene incontro la profilazione per interessi di Facebook.

NOTA BENE: questo semplice schema non ha la pretesa di essere onnicomprensivo delle strategie di popolamento di una Fb Community, sia chiaro: potrebbe tuttavia essere utile a qualcuno per chiarirsi un pochino le idee e per intraprendere azioni virtuose per il futuro.

 

 

Visite: 2592
Loading Facebook Comments ...

One comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *